Da Riviera Oggi Estate numero 735

CUPRA MARITTIMA – Anche se con un settimana di ritardo rispetto alle previsioni, prenderà il via in questi giorni la raccolta differenziata dell’umido a Cupra Marittima. Questo progetto “sperimentale” si rinvolge sia alle famiglie che gli esercizi pubblici e riguarda principalmente gli scarti alimentari. Infatti, per quanto riguarda i privati, l’iniziativa coinvolgerà una zona campione che corrisponde al quartiere Cinque e a parte del quartiere Tre, ovvero da Sant’Egidio alla Val Menocchia circa. Per questo, sono stati assegnate alle famiglie aderenti opuscoli informativi, un cestello e dei sacchetti specifici per la raccolta che verrà effettuata nei bidoni appositi. Se l’operazione sperimentale di differenziazione dei rifiuti avrà successo, si potrà applicare via, via agli altri quartieri.

Per quanto riguarda le attività commerciali, gli chalet, gli alberghi, la raccoltà si svolgerà invece già da ora su tutto il territorio di Cupra, e si tratterà, in questo caso, di una raccolta “porta a porta”.

Inizialmente, i costi per la realizzazione del sistema di raccolta porta a porta aumenterebbero, per via del maggior lavoro degli operai addetti al servizio. Questi stessi costi sarebbero però poi ammortizzati poiché, con la raccolta differenziata, diminuirebbero le tonnellate si spazzatura conferite in discarica, e di conseguenza, diminuirebbe la Tarsu, problema molto sentito dai cittadini di Cupra.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.487 volte, 1 oggi)