MONSAMPOLO DEL TRONTO – La Maratonina d’ lu Mont, giunta alla sua terza edizione, verrà di certo ricordata come l’edizione dei record. Gli atleti partecipanti erano ben 413, e sabato pomeriggio hanno invaso il centro storico di Monsampolo che ha più che raddoppiato il numero dei suoi abitanti, per disputare quella che si avvia a diventare una classica del podismo piceno.

Oltre che per i numeri, la gara si è distinta anche per la massiccia partecipazione di top-runners sia a livello maschile che femminile, come ad esempio Abdelekrim Kabbouri (che si è aggiudicato la competizione degli uomini), Luigi Di Lello (secondo), Stefano Sani (terzo e solo omonimo del famoso cantante degli anni ’80) , Luca Carestia, Graziano Collina, Andrea Cionna, Doriano Bussolotto, Ilenia Narcisi (che ha primeggiato tra le donne, precedendo Roberta Pignataro e Barbara Paccapelo), Monica Foglia, Simona Ruggeri, Noemi Mogliani ed Anna Partemi. Sfortunato il favoritissimo Larbi Haman bloccato in autostrada da un incidente stradale.

La Maratonina era solo il primo degli eventi in programma nella terza festa del Torrione. Infatti subito dopo la faticosissima gara atleti e non, hanno preso d’assalto la Sagra degli Gnocchi, fatti a mano dalle abili mani delle massaie del paese ed innaffiati abbondantemente dal Rosso Piceno e dal Falerio locale. La serata è stata allietata da una bellissima esibizione di Flamenco della scuola Talents Dance con le coreografie della bravissima Lara Carelli e dal cabarettista Vladimiro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 927 volte, 1 oggi)