GIULIANOVA – Il Meetup degli Amici di Beppe Grillo di Giulianova organizza una manifestazione davanti alla sede della Regione Abruzzo a sostegno della magistratura che sta portando avanti l’inchiesta sulle presunti reati contestati ad Ottaviano Del Turco e a numerosi esponenti politici abruzzesi. Alla manifestazione, la cui data è ancora in via di definizione, parteciperanno diversi meetup abruzzesi e marchigiani.

«La situazione venutasi a creare in Abruzzo – afferma Vincenzo Santuomo – è grave e per certi versi paradossale. Se da una parte l’amministrazione regionale è stata decapitata dagli arresti, dall’altra l’opposizione di centrodestra, comunque coinvolta in quanto tra gli arrestati c’è Vito Dominici, ex assessore della giunta Pace, è corsa in soccorso del centrosinistra abruzzese agonizzante. Quando si tratta di difendere la “casta” politica contro la magistratura tutti sono d’accordo ad esclusione dell’Italia dei Valori. I cittadini abruzzesi e tutti gli italiani devono sapere e capire che tutti i partiti ormai sono uguali, tutti uniti per mantenere i propri privilegi e per difendere qualsiasi elemento della “casta”».

«Sembra che anche questa volta – prosegue il grillino giuliese – si cominci ad attaccare da parte dei soliti noti, la magistratura ritenuta esagerata nei provvedimenti cautelari. Sono tutti innocenti fino alla sentenza definitiva ma ci vuole una bella faccia tosta a non dimettersi e lasciare la possibilità alla giustizia di fare velocemente il proprio corso».

«La sanità abruzzese – conclude Santuomo – da troppo tempo va verso la distruzione con riduzione di posti letto, soppressione di interi reparti, con una spesa sanitaria fuori controllo e con gravi ritardi per prenotazioni di visite specialistiche, esami strumentali e spesso anche nelle attese per il ricovero ospedaliero, a tutto vantaggio della sanità privata e naturalmente a discapito del cittadino e dei contribuenti. Poi quando i politici rubano la colpa è sempre dei magistrati che li hanno scoperti».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 740 volte, 1 oggi)