CUPRA MARITTIMA – Siamo ormai a metà luglio, nel pieno dell astagione estiva. A tal proposito il vicesindaco e assessore al Turismo Aurelio Ricci fa il punto della situzione: «La stagione estiva cuprense non è iniziata con le migliori prospettive, sia a causa delle pessime condizioni meteo sia per i cantieri aperti sul lungomare per la riqualificazione e la costruzione del percorso ciclopedonale – dice Ricci – C’era molto scetticismo dunque tra gli operatori turistici, addirittura sembrava che gli sforzi fatti dall’Amministrazione e dall’Acot per la promozione non portassero frutti ma poi sono cominciate le prime schiarite».

Ricci spiega in sintesi l’andamento degli arrivi: «Scarse presenze da maggio fino alla prima quindicina di giugno, bene la seconda quindicina di giugno, molto bene luglio. Sulla base delle prenotaioni inoltre si prevede un afflusso consistente per il mese di agosto fino ai primi di settembre mese che, grazie al “CupraMusicaFestival”, è diventato per Cupra il mese della musica».

Aggiunge il vicesindaco: «Grande soddisfazione tra gli operatori e tanti apprezzamenti da parte dei turisti per la Bandiera Blu, per il nuovo lungomare e per la nascita di due nuovi stabilimenti balneari. Inoltre nell’ultimo Consiglio Comunale è stato adottato un progetto per la realizzazione di un nuovo villaggio turistico a nord del territorio cuprense. Questa nuova struttura che va ad aggiungersi agli altri sei villaggi già operanti nel territorio, costituirà un valore aggiunto. Da quest’anno, inoltre, vi è una nuova iniziativa: un’associazione ha promosso dei tour guidati che partiranno da Cupra Marittima alla scoperta del territorio».

«Il turismo cuprense – ha spiegato ancora Ricci – è diventato molto eterogeneo: non solo famiglie alla ricerca di tranquillità ma anche tanti giovani attratti dalle innumerevoli proposte, sempre più accurate e variegate: musica, mostre, siti archeologici, musei. Anche i turisti d’Oltralpe stanno tornando a Cupra dopo un periodo in cui la loro presenza era notevolmente diminuita: provengono soprattutto dalla Germania, dal Belgio e dalla Svizzera e spesso scelgono i villaggi turistici per poi visitare le bellezze dell’entroterra».

Conclude Ricci: «Il successo di Cupra non è causale, bisogna riconoscere l’attenta cura della spiaggia che, prima della stagione estiva era stata preparata con un ripascimento realizzato con il contributo Regionale e con la partecipazione dei concessionari e ora è continuamente monitorata dal personale del Comune».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 359 volte, 1 oggi)