SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Due nomi conosciuti, tante ipotesi, alcuni rimpianti. La Samb che è fino ad ora una “grande delusa” del calciomercato estivo, continua però a tessere la tela delle trattative. Con alcuni nomi che spuntano a sorpresa. Non tanto quello del portiere Concetti, al Crotone nell’ultima stagione, e nella “Samb dei miracoli” del 2005-06, contattato dal diesse Natali per un suo ritorno in Riviera (altri nomi sono quelli di Marconato e Guarna). Soprattutto, potrebbe stupire i tifosi rossoblu un ipotetico rientro di Macaluso, beniamino della tifoseria nella stessa stagione, che, dopo due anni al Nancy, nella serie A francese (dove, però, ha avuto poco spazio) ha abbozzato l’idea di un ritorno a San Benedetto. Tutto ancora da sviluppare, certo, ma il primo contatto c’è stato.

Qual è, però, il problema? La Samb è in parte bloccata nei movimenti di acquisto dalla difficoltà di liberarsi di contratti onerosi, quasi tutti di difensori, ad eccezione degli attaccanti Alteri e Villa. Bonfanti, Servi e Pistillo, ad esempio, valgono da soli una buona percentuale del monte ingaggi complessivo dell’intera rosa. L’impressione è che finché non si riuscirà a sfoltire qualcuno di questi nomi, le operazioni in entrata (tra cui un attaccante di sicuro affidamento), ad eccezione del portiere, procederanno a rilento.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.485 volte, 1 oggi)