SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il bando POR (Programmi Operativi Regionali) Energia, che garantisce un finanziamento fino all’80% da parte degli Enti pubblici per l’uso efficiente dell’energia, è stato approvato.
L’importo stanziato, pari a circa 7 milioni di euro destinati a Province, Comuni, Comunità montane, Consorzi ecc., servirà a finanziare il costo per impianti di cogenerazione (produzione di calore e di elettricità), trigenerazione (elettricità, calore e freddo) e reti di teleriscaldamento.
Il bando appartiene al più generale Piano operativo regionale per la competitività e l’occupazione POR 2007/2013, in particolare all’asse dedicato all’energia che promuove l’efficienza energetica, il risparmio energetico e l’impiego delle fonti rinnovabili, come indicato negli assi prioritari del PEAR.
Possono presentare domanda gli Enti locali (Province, Comuni, Comunità montane) e gli Enti pubblici che svolgono attività di interesse pubblico non economico, sia singoli che associati. Possono essere finanziati gli impianti per la produzione combinata di energia elettrica e di calore (cogenerazione) o per la produzione combinata di energia elettrica, calore e freddo (trigenerazione) con eventuale rete di distribuzione (teleriscaldamento). Possono essere finanziati anche singoli impianti di teleriscaldamento. Altri bandi, volti alla promozione delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica negli usi finali, sono previsti per il mese di settembre.
«Siamo certi che il nuovo bando del POR dedicato all’efficienza energetica – dichiara l’assessore all’Ambiente Marco Amagliani – ripeterà il successo dei precedenti bandi del Docup per interventi simili. Grazie a questa misura, perfettamente in linea con le indicazioni strategiche del Piano energetico ambientale regionale – prosegue l’assessore -, si produce energia con minor impiego di materie prime esauribili, centrando così il duplice obiettivo del PEAR: la riduzione del deficit elettrico della nostra regione e la riduzione delle emissioni che causano il riscaldamento globale.
Attraverso il risparmio energetico, l’uso efficiente delle materie prime e l’impiego delle fonti rinnovabili – conclude l’assessore Amagliani – si riduce il deficit elettrico della nostra regione. Allo stesso tempo si riduce la nostra dipendenza dalle fonti non rinnovabili e soprattutto ci ripariamo dai contraccolpi dovuti all’inarrestabile aumento del prezzo del petrolio e, conseguentemente, delle altre fonti energetiche esauribili».
Il bando è scaricabile dai siti internet www.ambiente.marche.it e www.europa.marche.it e verrà pubblicato sul BUR del 24 luglio. La scadenza per la presentazione delle domande è il 22 dicembre 2008.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 440 volte, 1 oggi)