CUPRA MARITTIMA – Ricchi appuntamenti per la settimana cuprense, promossi dall’Amministrazione comunale di Cupra Marittima.
Martedì 15 luglio ad esempio, dalle 21,30 in piazza Possenti, esibizione dei “Buoni & Cattivi” promossa dall’associazione Lido degli aranci. La band, formata da Alessio, Daniele, Fabrizio, Lucio, Roberto e Sauro, ripropone in modo fedele e professionale le più belle canzoni del rocker di Zocca. Il gruppo, è composto de professionisti che vantano un vasto repertorio e collaborazioni con i musicisti di Vasco Rossi in indimenticabili concerti.

Sempre in piazza Possenti, mercoledì 16 luglio alle 21.30, si terrà invece il concerto “Quartetto Anita 2con proiezione di film. A cura dell’Associazione musicale Amadeus, la serate è presieduta dall’insegnante di musica Lara Amadio. Il trio “I’m Anita” nasce nel 2000 ed è composto da Matteo Ciminari alla chitarra, Mattia Borraccetti al contrabbasso, Marcello Piccinini alla batteria. Nel 2001 i tre danno vita al progetto “MMM Flying Studios” una sorta di studio di registrazione itinerante. Nel 2002 registrano il loro cd autoprodotto “Nacu sbboccl“; nel 2005 sono finalisti al IV Festival internazionale del cinema muto recitato dal vivo patrocinato dall’Unesco “Strade del cinema” componendo e interpretando la colonna sonora del film “A woman” di Charlie Chaplin. Nel 2006 realizzano lo spettacolo “I’m Anita plays Maya Deren“, musicazione dal vivo di tre film della grande regista statunitense. Con questo spettacolo il trio presenta viaggio nel mondo del suono esaltato nella sua purezza e deformato fino all’esasperazione.

Ci si sposta nel suggestivo scenario del Foro romano giovedì 17 luglio, dove, alle 21.30, i Teatri Antichi Uniti e l’associazione culturale Mimesis presentano De rerum natura: omaggio a Lucrezio. È una lettura-spettacolo che spazia tra i testi di autori come Leopardi, Savinio, Schrodinger, Sanguineti, con le musiche di Luciano Berio e Luca Lombardi. L’evento vuole essere un omaggio a Lucrezio e assume la forma di un dramma del pensiero in cinque atti: natura, amore, musica, religione, morte. Si giungerà quindi ad un confronto tra epoche e culture attraverso la lettura incrociata di differenti traduzioni di Lucrezio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 528 volte, 1 oggi)