Politica. Innanzitutto complimenti ad H69 che ho appena moderato. Parole sacrosante le sue che però trovano troppe orecchie tappate. Piazza Navona, l’8 luglio scorso? Si chiedeva Emidio Girolami: fatemi capire cosa è successo? In diversi si sono prodigati per spiegarglielo. Io invece voglio ora esprimere la mia opinione sul misto politica-showman al quale abbiamo assistito quel giorno.
A parer mio hanno ragione coloro che contestano Grillo, la Guzzanti e Marco Travaglio. Ma non per quello che dicono bensì per la veste con cui le dicono certe verità. Verità molto ma molto serie. A questo punto questi tre validissimi moschettieri devono prendere una decisione altrettanto seria: darsi ufficialmente alla politica come ha fatto Antonio Di Pietro e parlare degli stessi problemi con tanto di giacca e cravatta senza cercare consensi grazie alle loro abilità personali di comici e scrittori. Altrimenti fanno solo danno. Come se Di Pietro fosse sceso in piazza con la toga di magistrato. Se non vogliono farlo è meglio che facciano silenzio perché così fanno del male ad una giusta causa dando alle loro parole possibili appigli negativi che non meriterebbero. Grazie. O meglio, più che stare zitti, non dovrebbero scendere sulle piazze mischiandosi a chi si espone con la veste giusta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.377 volte, 1 oggi)