SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Schiuma rabbia il presidente della Samb Gianni Tormenti. La promessa (poi non mantenuta) del Milan di dirottare a San Benedetto l’attaccante Ardemagni, finito invece a Trieste, ha inacidito la prima settimana di calcio mercato del numero uno rossoblu. E le difficoltà di ottenere le comproprietà di Curiale e Soddimo, altri obiettivi di mercato, hanno contribuito a rendere difficile il fine settimana del presidente della Samb.

Non per questo la Samb resta con le mani in mano: grazie al lavoro del diesse Natali, infatti, la Samb sta per chiudere con il portiere Marconato, un anno fa titolare ad Arezzo e in passato per diversi anni in C2 con Pro Vasto e Grosseto, oltre che in C1 con Treviso e Manfredonia. Marconato, classe 1978, è dotato di un fisico “bestiale”: 194 centimetri di altezza per 94 chilogrammi di peso.

Un altro tassello preoccupa la dirigenza rossoblu: l’attacco. Chiusa (o quasi) la strada per Curiale, Alteri è destinato ad essere ceduto mentre su Villa la situazione è più fluida: secondo noi il calciatore è valido, ma deve essere il primo a credere nelle sue possibilità. Intanto Chiacchio, giovane promessa del Lione (classe 1988) andrà in prova con il resto della squadra a Sarnano. Ma la Samb sembra sia riuscita ad accordarsi, per ora soltanto a parole, con un calciatore valutato sul mercato almeno 200 mila euro. La trattativa non è semplice e difficilmente si sbloccherà prima della fine del mese.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.420 volte, 1 oggi)