SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un’altra rapina in banca. Questa volta l’istituto di credito preso di mira è la Banca Credito Cooperativo di Ripatransone in via Val Tiberina a Porto d’Ascoli.
Volto coperto da una calzamaglia e pistola – forse giocattolo – alla mano, un rapinatore solitario ha agito con le stesse modalità riscontrate nel furto che c’è stato qualche giorno fa a Grottammare, dove presso la Banca Marche sono stati sottratti circa 10 mila euro. Questa volta il bottino è stato più magro (mille euro), presi minacciando il cassiere con l’arma. Il ladro è entrato nell’istituto di credito questa mattina, 10 luglio, verso le ore 12,30, quando erano presenti solo i dipendenti della banca e un cliente.
Una volta dentro si è calato sul volto una calzamaglia e ha preteso i soldi. Poi è uscito, dileguandosi a piedi.
Sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Porto d’Ascoli, che stanno effettuando le ricerche insieme ai Carabinieri di San Benedetto del Tronto e di Ascoli Piceno. Le Forze dell’Ordine non sottovalutano l’ipotesi che tra le due rapine ci sia un legame, viste le affinità nelle modalità del furto.

Curiosità, questa rapina nella filiale Bcc del quartiere Agraria cade quasi a un anno esatto di distanza dall’ultima rapina subita dalla banca, avvenuta il 12 luglio del 2007.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.040 volte, 1 oggi)