FIRENZE – Il nuovo pallone della Lega Pro, marchiato Umbro, ha fatto il suo esordio martedì mattina a Coverciano, di fronte a un vasto pubblico, tra cui figuravano il presidente dell’Aiac, Renzo Ulivieri, numerosi dirigenti di società e rappresentanti della stampa sportiva. Verrà utilizzato negli incontri ufficiali dalle 90 società della categoria.

Luigino Moretti, presidente della Umbro Italia ed Andrea Ruggeri, responsabile marketing, considerano l’entrata del pallone unico un primo passo di una politica che mira ad una sempre maggiore espansione. Amedeo Petriolo, vice-presidente della Lega, ha precisato che il contratto attuale è di tre anni, e presto arriveranno anche altre sponsorizzazioni. Mario Macalli ha, invece, sottolineato l’importanza della sponsorizzazione nel quadro delle nuove iniziative che la Lega ha di recente assunto.

Moretti, per conto della società che rappresenta, si è detto onorato di essersi legato ad un mondo che da poco ha cambiato denominazione puntando a traguardi moderni: «Il pallone che mettiamo a disposizione, approvato dalla Fifa – ha spiegato ai presenti, come riporta il sito ufficiale della Lega Pro -, si chiama Dynamis Italia, è composto di poliuretano, ha 1,3 millimetri di spessore, mantiene morbidezza anche sotto lo zero di temperatura. La camera d’aria interna è di lattice naturale. I colori sono due: bianco e nero per le situazioni climatiche normali, giallo e nero per i campi nevosi e per le partite in notturna. Siamo certi che il contratto andrà oltre i tre anni attuali e che ci saranno sinergie».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 916 volte, 1 oggi)