SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Come volevasi dimostrare. Maurizio Natali è ufficialmente il direttore sportivo della Samb, nello stesso ruolo che aveva ricoperto un anno fa fino alla “defenestrazione” novembrina, nella quale il diesse ferrarese venne declinato al ruolo di segretario sportivo, per lasciar posto a Nucifora.

Fondamentale per la conferma è stato il rendimento, nella seconda parte della stagione, di giovani quali Cia, Soddimo, Curiale, oltre che di Morini, Moi e Ferrini, tutti calciatori scelti da Natali. La stessa cosa, invece, non può essere detta per i ragazzi indicati inizialmente da Ugolotti (Romanelli, Alteri, Pistillo). Unica stecca, quella di Carboni.

Fino a ieri Natali smentiva qualsiasi accordo con la Samb («Sono in vacanza a Lido di Spina, ho smesso di collaborare con la Samb il 30 giugno, quando è scaduto il mio contratto» ci aveva detto soltanto 24 ore fa), ma di fatto agiva come uomo-ombra di mercato.

Già dalla giornata di domani Natali sarà all’Hotel Hilton di Milano assieme al presidente Giovanni Tormenti per pianificare le strategie di mercato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.242 volte, 1 oggi)