SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Prosegue il progetto avviato per incrementare lo sviluppo e aumentare la redditività economica dell’area portuale. Coordinare le imprese regionali che operano nel settore della cantieristica navale è l’obiettivo dell’incontro che si è svolto lunedì 7 luglio a Fano, una riunione per proseguire il dialogo avviato lo scorso 6 giugno a San Benedetto, tra istituzioni, organizzazioni e imprese del settore della Nautica, organizzato dal Consorzio Navale Marchigiano, di cui il Comune di San Benedetto è socio.

È stato discusso e illustrato il bando regionale che prevede l’erogazione di oltre 1,8 milioni di euro per i progetti presentati da gruppi di aziende del settore nautico. La Regione intende infatti attivare un percorso finalizzato alla conoscenza del funzionamento della filiera e dei fabbisogni progettuali espressi dalle imprese, stimolando una metodologia di co-progettazione che si realizza con la partecipazione del sistema imprenditoriale, delle associazioni di categoria, dei centri di ricerca e delle Università.

La giornata è stata l’occasione per visitare alcune importanti aziende di produzione di imbarcazioni da diporto e realizzare i primi accordi commerciali. Con la spinta dell’assessore alla Pesca del Comune di San Benedetto del Tronto, Settimio Capriotti, del CNA Nautica del Piceno e della Confindustria di Ascoli, imprese del settore, operanti nel territorio costiero piceno, si è visitato il più importante centro marchigiano della nautica.

Per affrontare la fase di co-progettazione, si è concordato di procedere alla stesura di un calendario di incontri con associazioni di categoria degli industriali e degli artigiani, con organismi di ricerca, con i centri per l’innovazione e il trasferimento tecnologico, e con l’Università.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 614 volte, 1 oggi)