GROTTAMMARE – Manca una settimana al termine ultimo per l’iscrizione del Grottammare al prossimo campionato di serie D, previsto dalla Lnd al 14 luglio. E come ogni anno la telenovela si ripete, ma stavolta rispetto al passato potrebbe concludersi con un triste epilogo: il presidente Pignotti infatti non riesce a rassicurare i tifosi sulla continuità del Grottammare calcio in serie D. Il patron biancoceleste chiede inoltre al pubblico locale di aiutarlo a dare un futuro alla società, attraverso una maggiore partecipazione e dimostrazione di attaccamento anche in ambito di abbonamenti numerici, sponsor e non solo.

Il presidente rivierasco non ha dalla sua l’appoggio di altri imprenditori e nemmeno delle istituzioni, e da solo non intende portare avanti la società. In questi ultimi tempi si sono rincorse numerose voci, secondo il quale Amedeo Pignotti avrebbe acquistato il titolo sportivo della Fermana 1920 di Giacomo Battaglioni, attualmente inattiva, ma il diretto interessato nega la cessione della squadra canarina al presidente grottammarese. Quindi resta in alto mare la posizione del Grottammare, che rimane una piccola realtà ancora incapace di crescere e fare passi avanti più ambiziosi, essendo soffocata anche dalla vicinanza della Samb. Tutto questo mix di disinteresse da parte della tifoseria, degli imprenditori e delle istituzioni, giustificherebbe il tentativo dell’attuale patron di puntare nel rilancio di piazze capaci di dare maggiori soddisfazioni e introiti, ripagando gli sforzi economici, come ad esempio quella di Fermo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 568 volte, 1 oggi)