GROTTAMMARE – Sono arrivati domenica 6 luglio i 20 bambini del programma di solidarietà internazionale “Progetto Saharawi”.

Provenienti dalle tendopoli saharawi, sono tutti affetti da disabilità psichiche e fisiche, e sono arrivati a Grottammare proprio per iniziare un percorso di cure sanitarie e riabilitative previsto nel progetto che da nove anni il comune di Grottammare sostiene con la collaborazione della Consulta per la Fratellanza tra i popoli e l’associazione “Rio de Oro”.

Il gruppo verrà ospitato come sempre nel plesso scolastico di Zona Ascolani, fino al 22 agosto. A supportare il lavoro dei tre connazionali che accompagnano i bambini ci saranno i componenti della Consulta per la Fratellanza tra i popoli e i volontari che hanno dato la propria disponibilità nelle scorse settimane. Chiunque volesse dedicare un po’ di tempo a questa esperienza, può contattare la Consulta per la Fratellanza tra i popoli (349.8087267) oppure rivolgersi all’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune (0735.739244).

L’avvio del soggiorno dei bambini saharawi verrà ufficializzato con una cerimonia di saluto martedì 8 luglio, alle ore 18,30, nell’incontro previsto nella Sala di Rappresentanza (I piano) tra il sindaco Luigi Merli e il governatore della tendopoli di Dakhla, Salem Lebsir. Parteciperanno tutti gli esponenti dell’amministrazione comunale e della Consulta per la fratellanza tra i popoli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 627 volte, 1 oggi)