GROTTAMMARE – I francesi Pierre Reach ed Yves Henry, il brasiliano Luiz De Moura Castro. Ma anche giovani emergenti, come Simone Pedroni e l’ungherese Peter Balatoni. Ed il maestro Michele Campanella, premio Liszt alla carriera “Le radici della musica”.

È il FestivalLiszt, organizzato dalla Gioventù musicale d’Italia e arrivato con successo alla sua sesta edizione, che vedrà l’anteprima il 27 luglio, nel segno della proficua collaborazione con l’Accademia d’Ungheria di Roma.

L’ormai prestigioso Festivaliszt, diretto dal Maestro Federico Paci, proporrà dal 27 luglio al 22 agosto sei concerti nella suggestiva chiesa di Santa Lucia e al Teatro delle Energie.

L’anteprima del 27 luglio presso la Chiesa di Santa Lucia, sarà affidata a Péter Balatoni, giovane pianista ungherese che già nel 2003 si è esibito a favore del Programma Alimentare Mondiale.

Ad aprire la rassegna musicale sarà il pianista Michele Campanella, considerato internazionalmente uno dei maggiori virtuosi ed interpreti lisztiani. La serata inaugurale si terrà sabato 16 agosto alle 21,30 si terrà al Teatro delle Energie, mentre alle 20 presso le Logge di Piazza Peretti si terrà la cerimonia di conferimento del Premio Liszt alla Carriera.

Domenica 17 Agosto si esibirà il brasiliano Luiz De Moura Castro che si è perfezionato alla famosa Accademia Liszt di Budapest.

Il Festival proseguirà il 19 agosto con Pierre Reach, artista in residenza del Festival Liszt, è uno dei pianisti più importanti nel panorama internazionale.

Mercoledì 20 Agosto sarà la volta di un pianista emergente, il giovane Simone Pedroni, definito “artista dalle mani d’oro”. E’ considerato uno dei più importanti talenti internazionali delle ultime generazioni.

Venerdì 22 Agosto si esibirà il francese Yves Henry, nato nel 1959, ha iniziato a suonare il pianoforte a soli 4 anni mostrando subito doti d’enfant prodige.

Oltre ai concerti si terranno conferenze, con la partecipazione di critici e studiosi, e degustazioni vino e cene a tema che coinvolgono i turisti della riviera in uno straordinario binomio di musica ed enogastronomia che esalta l’antico borgo, dove Liszt nell’estate del 1868 trascorse una lunga villeggiatura.

Tutti i concerti iniziano alle 21,30.

Per ulteriori informazioni www.festivaliszt.it o Ufficio Cultura del Comune di Grottammare 0735 739224.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 668 volte, 1 oggi)