GROTTAMMARE – Dal settimanale Riviera Oggi numero 732.

Sulla carta stato presentato come il fiore all’occhiello dell’amministrazione, realizzato recuperando la zona dell’ex-ferriera. Un mega parco di circa 30 mila metri quadri, in cui i bambini sono stati coinvolti sia nella scelta del nome che nella piantumazione delle piante fra cui arbusti, piante ad alto fusto e siepi, ad integrazione del gruppo di ulivi e querce secolari già presenti.
Il Parco dell’allegria è una delle priorità del Comitato per la salute pubblica “la Formica”. Abbiamo incontrato il presidente Simone Incicco.

Avete dato un “senza voto” all’amministrazione per il parco, perché?
«Per diversi motivi: il Bosco dell’allegria è stato preannunciato come fiore all’occhiello per il Comune, solo che si sono scordati di dirci che il fiore sboccerà – se tutto andrà bene per i nostri nipoti. Inoltre fino a ieri (19 giugno ndr) c’erano diverse piccole piante, a sinistra del campetto, lasciate a seccare. Ora sono state tolte».

Le piante non sono quel che ci si aspettava…
«Sono state piantate delle piante, ma sono dei fuscelli. Alle nostre domande hanno risposto che è meglio così, che sono stati consigliati. Inoltre dopo aver piantato le “pianticelle” si sono ricordati di far passare i tubi e di ultimare i lavori. Durante il consiglio comunale è stato riferito che è stato scelta questa strada perché attecchiscono meglio, secondo quanto detto dal Punto macrobiotico, e che sono state regalate dalla Forestale».

Per quanto riguarda la macchina abbandonata e l’immondizia?
«È lì e l’immondizia cresce (ad oggi, 17 giugno), invece di essere tolta, non è un bello spettacolo».

Il camion in via Cilea?
È ancora fermo li. Abbiamo portato le nostre rimostranze al Sindaco, stiamo cercando di fare pressione, ed è stato aperto un procedimento amministrativo sul problema, gli amministratori ci continuano a ripetere che ancora stanno studiando il caso. Speriamo non debbano passare altri 14 anni.

Poteva essere pensato diversamente?
Quello che si chiede il comitato è perché visto che siamo in un paese di vivaisti non è stata attivata nessuna collaborazione con questi ultimi, potevano essere donate delle piante più grandi. Inoltre per quanto riguarda l’irrigazione, fino ad ora non sono state innaffiate, provvederanno? Ed infine, che alberi sono state piantate? Si parlava di 17 essenze arboree diverse, ma non ci sono i cartellini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 702 volte, 1 oggi)