SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Eduardo Albertazzi, Lara Corradini e Federica De Santis: ecco i nomi dei tre marchigiani convocati per i prossimi Mondiali Juniores di atletica leggera. Un’avventura azzurra che li porterà dall’8 al 13 luglio a Bydgoszcz in Polonia, nel cuore di una delle più importanti rassegne internazionali dove il livello delle competizioni, nonostante siano soltanto under 20, si esprime già su performance decisamente “da grandi”.

Eduardo Albertazzi (Asa Ascoli – disco). A vederlo di persona si fa veramente fatica a credere che sia il più piccolo della spedizione azzurra. Ex giocatore di basket, due metri d’altezza e 49 di piede, questo gigante col sorriso dei suoi 17 anni ancora da compiere è l’ennesimo campione scoperto dal Maestro dello Sport Armando De Vincentis.

Lara Corradini (Atletica Montecassiano – 200/4×100). E’ nata a Macerata il 5 luglio 1990. Diventerà maggiorenne proprio il giorno della sua partenza per i Mondiali Juniores di Bydgoszcz in Polonia. Studentessa dell’Istituto Tecnico per Geometri di Macerata. E’ figlia d’arte visto che sua madre, Flavia Di Giulio, è stata negli anni ’80 una valida quattrocentista della gloriosa Endas Ancona.

Federica De Santis (Asa Ascoli – triplo). In fatto di convocazioni è, senz’altro, la veterana del gruppo e ancora una volta, abbinerà l’azzurro della maglia della Nazionale al “rosa” dei suoi calzini, ovvero gli irrinunciabili portafortuna senza i quali la saltatrice ascolana non scende mai sulla pedana del triplo. Federica, atleta di carattere, veste i colori dell’ASA Ascoli, e nonostante la sua giovane età non è certo nuova a questo genere di esperienze “oltre confine”.

Ancora un buon risultato in ambito nazionale per l’allievo dell’Atletica Avis Macerata, Leonardo Ottaviani che è salito sul terzo gradino del podio dei Campionati Italiani di Prove Multiple under 18 di Chiari in provincia di Brescia. 4965 lo scoring finale dell’iron man maceratese primatista regionale di categoria nell’octathlon (5.024). Leonardo, allenato da Luca Ciaffi e già vice-campione d’Italia indoor, ha corso i 100 m in 11.58 e i 110hs in 14.79, saltato 6,37 nel lungo e 1,70 nell’alto e 4 metri nell’asta, alla fine di una gara lunghissima ed estenuante. Nei lanci per lui 26,39 m di disco e 34,02 di giavellotto, battendo tutti nei 1000 m, vinti alla grande in 2:49.11.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.368 volte, 1 oggi)