ASCOLI PICENO – Nel corso dell’incontro fra la giunta regionale, il presidente della Provincia Massimo Rossi, gli enti locali e le associazioni di categoria del terrritorio, l’assessore al Bilancio di Palazzo Raffaello, Pietro Marcolini, ha illustrato i finanziamenti che arriveranno per il Piceno

Dal Fondo di Sviluppo Regionale (FESR) proverranno 35-40 milioni di euro, mentre dal FAS (Programma attuativo regionale 2007-2013) arriveranno 27 milioni di euro, di cui 10,2 destinati alla elettrificazione e alle opere connesse alla tratta di “metropolitana di superficie Ascoli-Porto d’Ascoli,” e 17 diretti al finanziamento della connessione dal terminale della Mezzina (rotatoria Girola) a Campiglione di Fermo.

Per quanto riguarda la bretella di San Benedetto, non sono previsti fondi per il momento. L’importante infrastruttura stradale infatti è vincolata alla creazione del secondo polo logistico integrato regionale nel Piceno, che nelle intenzioni della Regione Marche dovrà sorgere nella bassa vallata del Tronto.
Previsti anche fondi dal Piano finanziario regionale FEP per l’istituzione dei “Gac” (gruppi di azione costiera) per promuovere azioni di supporto alle marinerie del Piceno in difficoltà anche con la creazione e il rafforzamento di filiere itti-turistiche nell’ambito, ad esempio, del Parco Marino del Piceno. Sono poi in programma accordi e protocolli con la Regione Abruzzo nei settori della viabilità, della gestione dei rifiuti e depurazioni delle acque, per l’asta fluviale del Tronto e per il progetto Appennino Parco d’Europa.
Nel suo intervento, il sindaco di San Benedetto Giovanni Gaspari ha ribadito con forza l’importanza di interventi normativi regionali che diano certezze al sistema imprenditoriale (ha citato il caso della nuova legge sul turismo che ha portato alla richiesta di nuove aperture di esercizi alberghieri nella città delle palme), l’urgenza di definire gli stanziamenti da destinare all’elettrificazione della Ascoli-Porto d’Ascoli e al sottopasso di via Pasubio, la necessità che quanto prima il Piceno torni ad avere un suo rappresentante nella Giunta regionale.

Per la Provincia ha parlato poi il presidente Massimo Rossi che ha ricordato il lavoro del suo ente per la raccolta progettuale e il raccordo con il territorio condotto attraverso la campagna di ascolto con gli enti locali e le decine di incontri svolti con il Tavolo provinciale di coordinamento per la programmazione economica. «La nostra strategia dal basso ha lavorato verso le reti infrastrutturali, il sostegno alle piccole e medie imprese, la valorizzazione del paesaggio, dell’ambiente e dell’agricoltura di qualità».
«Da parte della Regione – ha aggiunto il presidente Rossi – chiedo appoggio istituzionale per lo start up di accordi quadro a livello nazionale, cosi come previsto nel protocollo sottoscritto nel marzo scorso a Roma presso il Ministero dello Sviluppo Economico per il rilancio dell’area vasta del Piceno e della Val Vibrata, con l’obiettivo di reperire risorse ulteriori risorse per opere essenziali come, ad esempio, la creazione di un Polo logistico nella bassa vallata del Tronto, la Mezzina e la Salaria».

Il direttore della CNA Orietta Baldelli, parlando anche a norme di Confartigianato, ha ribadito le urgenze per la categoria: priorità per le attività portuali e cantieristiche da individuare nel porto di San Benedetto, un nuovo ruolo per il turismo montano, diffusione della banda larga per servire gli esercizi ricettivi dell’entroterra, incentivi reali per l’artigianato artistico.

Tra le richieste sottoposte alla Regione dal presidente di Asteria Dante Bartolomei, un sostegno finanziario per la redazione dei progetti per intercettare le ingenti risorse nazionali e comunitarie previste dai bandi per l’innovazione tecnologica.

Il sindaco di Ascoli Piero Celani ha sottolineato la priorità del Polo Universitario Piceno e richiesto risorse per la strada statale 81, arteria fondamentale per le attività produttive e la connessione con l’area industriale della Val Vibrata.

Il presidente dell’Associazione degli Industriali Federici ha chiesto il riconoscimento da parte della Regione del distretto dell’Energia stante le molteplici aziende del Piceno che operano in questo campo e l’impegno della Regione perché nella Provincia si svolga la Biennale del design, occasione strategica per il comparto manifatturiero locale. Infine il presidente ha chiesto il supporto istituzionale della Regione in occasione della visita ad ottobre prossimo di imprenditori americani della Camera di commercio di Washington interessati ad investire nel Piceno nel campo delle nano-tecnologie e della robotica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.731 volte, 1 oggi)