PEDASO – E’ stato inaugurato il primo tratto ammodernato della strada provinciale Valdaso che collega la zona montana con l’Adriatico. Alla cerimonia, che ha avuto luogo lungo l’arteria nei pressi del distributore Tamoil in territorio di Comunanza, hanno preso parte il presidente della Provincia Massimo Rossi, l’assessore provinciale alla viabilità Renzo Offidani ed i sindaci dei comuni interessati, Maria Paola Pizzichini di Comunanza e Adamo Rossi di Montefalcone Appennino.

Il tratto inaugurato oggi si sviluppa per circa due chilometri dalla zona industriale di Comunanza fino al bivio di Faveto, in comune di Montefalcone. L’opera, finanziata con 6.653.000 euro di fondi ex Anas, è stata realizzata dalla Straferro Costruzioni di Monteprandone (subappaltatrice la ditta Asfaltronto di Sant’Egidio alla Vibrata) e curata del Servizio Viabilità della Provincia con Direttore dei lavori, l’ing. Antonino Colapinto. L’interevento ha visto l’eliminazione di alcune curve e l’allargamento della sede stradale per adeguarla anche al traffico dei mezzi pesanti. Sono stati ricostruiti tre ponti, realizzati muri di sostegno, consolidate alcune scarpate con gabbionate, realizzata una palificata ed è stata costruita, in corrispondenza degli stabilimenti industriali, anche una rotatoria del diametro di 40 metri con relativo impianto di illuminazione. Nella realizzazione dell’opera grande attenzione è stata riservata all’impatto ambientale, ridotto al minimo con l’utilizzo di particolari tecniche come l’idrosemina per il rinverdimento delle scarpate.

«Si tratta di un giorno importante per il territorio montano – ha esordito il sindaco di Comunanza Maria Paola Pizzichini – si è infatti ammodernata una direttrice strategica, funzionale non solo al miglioramento dei collegamenti per il trasporto merci al servizio delle imprese, ma anche allo sviluppo del turismo: è infatti più agevole e sicuro raggiungere dalla costa il cuore dei Sibillini».
Analoga soddisfazione è stata espressa anche dal sindaco di Montefalcone Adamo Rossi che ha ringraziato « l’Amministrazione provinciale per aver portato a termine questa opera iniziata dalla Giunta provinciale precedente ed in particolare fortemente voluta dall’attuale presidente del Consiglio Provinciale Giulio Saccuti che ricopriva nella scorsa legislatura la carica di vice presidente ed assessore alla Viabilità».

Dichiara l’assessore Offidani: «Ringrazio le maestranze, il Servizio Viabilità ed i progettisti della Provincia, i sindaci, le associazioni ed i cittadini del comprensorio che ci hanno costantemente sollecitato e seguito nell’iter dei lavori anche nella realizzazione di questa infrastruttura abbiamo adottato i criteri fondamentali delle priorità e dell’equilibrio territoriale. Sono in programma altre opere per adeguare la Valdaso – ha proseguito l’assessore – utilizzeremo, infatti, 7.100.000 euro di fondi ex Anas della Regione per un ulteriore tratto di circa 2,5 chilometri, in continuità con quello inaugurato oggi, fino al bivio con la strada vicinale “Canutica”. Sono in fase avanzata i vari livelli di progettazione e appalteremo l’opera quanto prima».

«Abbiamo inteso sottolienare con una cerimonia semplice e sobria questo intervento – ha affermato il presidente Rossi – per dare un segnale positivo al territorio ed evidenziare il ruolo della Provincia che è quello di stare vicino in particolare ai piccoli Comuni e di contribuire alla sviluppo locale puntando su una programmazione coordinata e condivisa delle risorse. Troppo spesso “si spara” indiscretamente sulla presunta inefficienza della pubblica amministrazione, dimenticando la capacità delle istituzioni locali di “fare sistema” e raggiungere traguardi importanti a favore della comunità come quello odierno».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.

(Letto 644 volte, 1 oggi)