TOSSICIA – Centocinquanta ore consecutive in sella ad una bici, 50 ore su uno sgabello a suonare la chitarra e due ore di danze caraibiche in cui balleranno contemporaneamente 160 coppie. E’ iniziata ieri venerdì 28 giugno a Tossicia (Teramo) la settimana del “Guinnes dei primati”, in cui verranno effettuate prove di resistenza per entrare nel famoso libro dei record.

Alle ore 10 di ieri il ciclista teramano Patrizio Sciroli ha iniziato la sua lunga pedalata su bicicletta statica per superare il record di 131 ore consecutive attribuite ad un australiano. Più di 5 giorni, dunque, sui pedali di una cyclette all’interno del centro ippico “Sella del gigante” dove le temperature non sono certamente basse. Il regolamento del guinness prevede una pausa di cinque minuti ogni ora, e un valore minimo di venti chilometri orari da registrare sulla bicicletta. In caso di successo, dunque, Sciroli percorrerà, in poco più di cinque giorni, 2.620 chilometri, come un giro d’Italia che si svolge però in 20 giorni. «Ho lavorato molto per iscrivermi al libro dei guinness – ha dichiarato il ciclista – e penso di adottare la tattica di un riposo ogni quattro ore in modo da accumulare venti minuti di stop agonistico per rifocillarmi, riposarmi e per qualche massaggio ai muscoli. Comunque mi sono preparato da otto mesi a questa impresa. Ce la farò».

Ma la sfida ai guinnes prosegue anche con una maratona chitarristica. A partire dalle ore 21 infatti, Guillermo Terraza, quarantacinquenne italo argentino, professionista della chitarra, resterà cinquanta ore seduto su uno sgabello a suonare per battere il record conquistato lo scorso anno dall’americano Brian Engelhart di 44 ore. Il musicista, molto apprezzato in sud America, è già stato iscritto due volte nel magico libro dei guinness. L’ultima impresa a Napoli, nel 2005, con ben 42 ore di musica. Facendo un rapido calcolo saranno 800 i brani suonati. Anche per lui cinque minuti di riposo ogni ora e probabilmente anche Terraza accumulerà ore di chitarra per poi avere minuti preziosi per riposare e rifocillarsi.

Infine musica e balli con una maratona di danze caraibiche che porterà contemporaneamente, nella struttura del Comune di Tossicia, almeno 160 coppie a ballare per due ore.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 905 volte, 1 oggi)