SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Martedì, la vigilia del giorno fissato per la risoluzione delle comproprietà, ero già stato rassicurato sul fatto che sarei restato in rossoblu. Sono contentissimo perché volevo la Samb fortemente e ci sarei rimasto davvero male se avessi dovuto lasciarla». Le parole di Francesco Ferrini, pregne di attaccamento alla maglia, saranno gioia per le orecchie dei tifosi sambenedettesi.

Francesco, quindi possiamo dire che, per la soluzione di questa vicenda, è stata quanto mai decisiva la tua volontà?

«Assolutamente sì. Per carità, non ho nulla contro il Cesena, ma a San Benedetto mi sono trovato davvero benissimo ed ero davvero in ansia all’idea di perderla. Fortunatamente, una volta tanto, è stata data la “precedenza” alla volontà del giocatore, che spesso è quella che conta di meno».

Che obiettivi ti poni per il prossimo campionato?

«Spero che si crei un gruppo unito come quello dell’anno scorso. Obiettivi? E’ difficile poterlo dire adesso: ciò che è certo è che darò tutto me stesso e lotterò con la massima determinazione per portare la Samb il più in alto possibile».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.108 volte, 1 oggi)