FOLIGNANO – Tratto da “Innesto” di Luigi Pirandello, va in scena sabato 28 giugno, ore 21.30, al Teatro Comunale di Folignano, il dramma “Fremito”, debutto teatrale della compagnia C.A.S.T. Lo spettacolo, a ingresso gratuito, porta la regia di Alessandro Marinelli, giovane artista ascolano che vanta al suo attivo un lungo curriculum tra cui la partecipazione come attore all’“Eretico” e “Don Chisciotte” di Stefano Artissunch, e come assistente regista di Armando Punzo per lo spettacolo “Pinocchio”.

Walter Finocchi, Rossana Candellori, Monica Urbini, Silvia Maria Speri e Luciano Ciampini, artisti provenienti dall’esperienza del teatro delle Foglie, porteranno in scena questo dramma giovanile che contiene in nuce tutti gli elementi fondamentali della drammaturgia pirandelliana, in un intreccio di grande coinvolgimento emotivo. Vengono infatti trattati temi forti ed attuali come la crisi di coppia, il dramma di uno stupro, il problema dell’infertilità, l’aborto.

Sposata a un uomo quasi sicuramente sterile, Laura Banti è violentata in un parco romano da un bruto che la rende gravida. Il marito vorrebbe che abortisse, ma la donna non può rinunciare ad essere madre.

«Si tratta di un viaggio nell’animo umano di profonda suggestione – precisa Alessandro Marinelli – uno spettacolo tutto costruito sulla fisicità e il talento degli attori, un teatro di ricerca e contemporaneo che però sa comunicare con il pubblico e trasmettere emozioni forti».

Un contributo espressivo allo spettacolo sarà conferito dal disegno luci dello scenografo Pietro Cardarelli, con l’atmosfera metafisica alla De Chirico apportata allo spazio scenico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.552 volte, 1 oggi)