SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Una chiara dimostrazione che l’unione fa la forza e che l’impossibile non esiste» è la frase che racchiude il lavoro svolto nei primi sei mesi di questo 2008 dal meet-up di San Benedetto del Tronto, prima con l’organizzazione del V2day dello scorso 25 aprile e dopo con il grande e paziente lavoro di organizzazione delle firme e richieste ai vari comuni dei moduli elettorali, necessari alla certificazione delle firme raccolte.

Più di duemila le firme raccolte, anche se non tutte sono state certificate dai vari Comuni, a causa dei ritardi della spedizione dei modulini. Per il referendum abrogativo dell’ordine dei giornalisti sono state raccolte 2.484 firme e ne sono state certificate 2.315, per il referendum abrogativo del finanziamento pubblico all’editoria sono state raccolte 2.429 firme e ne sono state certificate 2.287, infine per il referendum abrogativo della legge Gasparri sono state raccolte 2.434 firme e certificate 2.272.

«Ringraziamo tutti i ragazzi che in qualche modo ci hanno dato una mano e sostenuto, ai vidimatori che sono stati disponibilissimi ed al Comune per aver concesso il permesso di organizzare il V2day in centro, a Cayuco Tv e ai ragazzi del service per la loro professionalità, a Nuova TVP per la trasmissione realizzata per l’evento e naturalmente grazie a Rivieraoggi.it che è stata una delle poche (se non l’unica) testata giornalistica che ci ha seguiti da vicino e ci ha dato spazio».

Il lavoro è concluso, non rimane che aspettare dati precisi sul numero di firme raccolte. Intanto si sta iniziando a pensare al terzo Vday che sarà sulla giustizia e contro la legge sulle intercettazioni, come si legge sul blog di Beppe Grillo: «Una legge, fatta per i fuorilegge, che va chiamata, in modo corretto, legge Silvio Berlusconi. Il prossimo V-Day sarà dedicato a questa legge. Il V3-day sarà sulla Giustizia. Lancerò un referendum per l’abolizione della legge Berlusconi».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 658 volte, 1 oggi)