COLONNELLA – Muore a 40 anni l’avvocato sambenedettese Stefano Tesoro, celibe, che aveva uno studio in via Abruzzi. E’ stato colto da un malore mentre si trovava nei pressi della strada provinciale Bonifica.

Sono le 8 e 30 di martedì mattina quando nella frazione Valle Cupa di Colonnella alcuni passanti notano la presenza di un corpo disteso a terra, a ridosso della carreggiata e di un’auto parcheggiata con una portiera aperta.
Arrivati sul posto i soccorsi del 118 e i Carabinieri di Alba Adriatica, non è stato possibile fare nulla per soccorrere Tesoro.
Vicino al cadavere è stata trovata una siringa da insulina con tracce di sangue: ad una prima lettura, sembra plausibile l’ipotesi che sia servita all’uomo per iniettarsi dell’eroina, o altra sostanza stupefacente, che poi abbia provocato il malore e la morte.

Nel frattempo continuano le indagini dei Carabinieri per ricostruire la vicenda: a breve sarà effettuato l’esame autoptico che stabilirà con certezza le cause del decesso.

Un dato sembra certo: Tesoro, una volta accusato il malore fatale, è uscito dall’auto per cercare soccorso o magari sperando di rianimarsi, ma la morte se lo è portato via poco dopo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.293 volte, 1 oggi)