CUPRA MARITTIMA – È cuprense una delle strutture che, tra tutte quelle presenti nel panorama nazionale, maggiormente rispetta l’ambiente. Lo chalet “La Perla” di Cupra Marittima infatti ha vinto il premio Fee Italia, Fiba, Sib come “stabilimento balneare sostenibile”. Lo chalet cuprense è stato uno dei sei stabilimenti in Italia ad aver raggiunto i massimi requisiti nel rispetto dell’ambiente, e riceverà per questo, oltre agli onori, anche una targa ricordo che verrà consegnata direttamente dai responsabili della Fee.

Il sindaco di Cupra Giuseppe Torquati esprime la sua soddisfazione: «Il 18 giugno, del tutto inaspettata, è arrivata questa bellissima notizia. All’interno della domanda per l’assegnazione della Bandiera Blu abbiamo inserito le foto e la descrizione dei nostri chalet: “La Perla” è uno degli stabilimenti balneari sostenibili insieme a due di Cervia, una di Ostuni, una di Civitanova Marche e una di Viareggio».

Prosegue Torquati: «E’ un riconoscimento che dà lustro alla nostra cittadina e cade in un periodo di tante polemiche. L’attuazione del nuovo piano di spiaggia infatti prevede la costruzione di nuovi chalet: quando si realizza uno stabilimento – spiega il sindaco – molti si improvvisano architetti o protettori di piante inesistenti, facendo piovere tante critiche sugli amministratori, spesso scoraggiandoli».

«Se rendere Cupra più bella e più accogliente è nell’interesse di tutti – sottolinea Torquati – per gli amministratori, questa è la priorità assoluta, proprio perchè operano nell’interesse della comunità. Questo riconoscimento ci incoraggia dunque a proseguire sulla strada intrapresa».

Conclude il sindaco: «Colgo l’occasione per complimentarmi con il proprietario dello stabilimento di Sergio Spina per essere riuscito a coniugare le esigenze dei villeggianti, la sostenibilità dell’ambiente, l’accuratezza dei particolari e degli spazi verdi. Ci auguriamo che l’ambito premio ricevuto dallo chalet “La Perla” sia da stimolo agli altri concessionari che si apprestano a realizzare nuovi stabilimenti balneari».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.011 volte, 1 oggi)