SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un anziano turista del varesotto, Oreste Galli, è morto in seguito a un malore che lo ha colpito mentre passeggiava sul bagnasciuga di uno chalet a circa metà del lungomare nord sambenedettese.
L’uomo, 73 enne, passeggiava con indosso una camicia e dei pantaloncini quando, intorno alle 8 e 30 di lunedì mattina, si è accasciato sulla sabbia.
A quell’ora non è ancora attivo il servizio dei bagnini in spiaggia. Soccorso dai passanti, dal personale dello chalet e poi da Capitaneria di Porto e Polizia, l’uomo sarebbe morto sul colpo, presumibilmente come conseguenza del malore improvviso provocato dal forte caldo di questi giorni.
Si tratta del terzo decesso in tre giorni, in questo avvio di “vera” estate e di calura a tratti insopportabile.
Sabato è morta un’anziana ad Acquaviva Picena mentre lo stesso giorno, a Grottammare, un anziano turista di origini romane si è sentito male sulla battigia ed è morto quasi sul colpo. Domenica invece un giovane disabile di origini reatine ha accusato un malore ed è stato ricoverato al “Madonna del Soccorso”.
I CONSIGLI CONTRO IL SOLLEONE Come ogni anno, si rinnovano i consigli e le misure da prendere contro il caldo eccessivo, un serio pericolo per anziani, bambini e persone in condizioni fisiche non ottimali.

Il ministero della Salute, insieme al Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie, ha messo a punto, nell’ambito della campagna “Estate sicura 2008”, opuscoli divulgativi con informazioni e consigli utili per proteggersi da eventuali ondate di calore.

Evitare di uscire dalle 11,00 alle 18,00; fare pasti leggeri e porre attenzione alla conservazione domestica degli alimenti; minimizzare le occasioni di disagio durante i viaggi; non lasciare mai persone o animali, anche se per poco tempo, nella macchina parcheggiata al sole; arieggiare l’auto prima di entrare se la vettura è stata parcheggiata al sole; usare un abbigliamento leggero, sono tutte misure che possono proteggere dagli effetti nefasti delle temperature troppo alte.

Alle badanti che accudiscono gli anziani, si consiglia di tenere sotto controllo la temperatura in casa, avere sempre disponibili ghiaccio, frutta e verdura.
In caso di bisogno consultare il medico di famiglia; di notte e nei giorni festivi invece la guardia medica. In casi estremi, come malori improvvisi, chiamare il 118 e in attesa dei soccorsi occorre raffreddare il corpo e far bere molti liquidi. Sconsigliata la somministrazione di farmaci antifebbre.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.356 volte, 1 oggi)