GROTTAMMARE – In dirittura d’arrivo la conclusione per l’appalto relativo alla realizzazione del polo scolastico comprensivo in zona Ischia – scaduto lo scorso 30 novembre – che aveva messo in evidenza due offerte: quella dell’ATI Asfaltronto-Imit e della Sipa spa.

Nei mesi scorsi, la commissione – presieduta dall’architetto Liliana Ruffini e composta dall’architetto Fabio Viviani, dall’ingegnere Fabio Sciarroni, l’ingenere Giuseppe Puglia, l’ingegnere Diego Damer e dal segretario, la dottoressa Angela Piazzolla – ha valutato, oltre ai requisiti formali, i progetti definitivi richiesti dal bando, sulla base delle linee progettuali stilate dall’ufficio tecnico comunale.

Martedì 24 giugno, alle ore 17, in sala giunta, si procederà all’ultima fase dei lavori della commissione giudicatrice, con l’apertura delle buste contenenti le offerte. Successivamente, in base anche alle valutazioni emerse per la parte tecnica dell’opera, si provvederà all’assegnazione del bando tra le due proposte in esame.

Il progetto del polo scolastico è un’opera del valore totale di 5.850.000 euro. Come noto, data la complessità del manufatto, per la realizzazione il comune di Grottammare ha indetto una particolare modalità di gara, l’appalto-concorso, per cui il progetto definitivo era parte integrante dell’offerta e doveva essere redatto secondo precise indicazioni di solidità nel tempo e di facile manutenzione. A fronte della progettazione ed esecuzione dei lavori, la ditta appaltatrice otterrà, a conclusione dell’opera, come corrispettivo, beni immobili di proprietà pubblica: l’edificio scolastico in zona Ascolani e un’area edificabile nei pressi della futura scuola, per una volumetria totale di 18 mila metri cubi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 314 volte, 1 oggi)