ANCONA – «È la prima volta che la World Bank, la Banca Mondiale, con il suo direttore Montes-Negret, sceglie di tenere uno dei suoi Forum dedicato alla Piccole e medie imprese e all’innovazione in una città non capitale di un Paese», commenta il Presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca durante il saluto di benvenuto ai rappresentanti dei 27 Paesi tra Europa e Paesi emergenti, apertasi oggi 17 giugno, che si protrarrà fino al 19 giugno presso la Facoltà di Economia “Giorgio Fuà” di Ancona.

«Vogliamo interpretare questa scelta come manifestazione di interesse per una realtà che dello sviluppo fondato sulle micro e piccole imprese ha fatto il suo modello – ha continuato Spacca – siamo infatti la regione più industriale d’Italia e quella con più distretti».

Diversi i punti trattati, fra cui la globalizzazione e assimilazione di tecnologia, i Cluster e piccole e medie imprese integranti nelle catene di approvvigionamento globali, la competività, i collegamenti con l’industria, le politiche per l’innovazione regionale ed il rapporto fra Istituzioni ed infrastrutture per soddisfare gli standard di qualità globale.

Spacca ha inoltre aggiunto che «è opportuno mettere insieme istituzioni, mondo accademico, imprese, perché c’è un problema di innovazione, è vero, ma c’è un problema di assorbimento delle nuove frontiere della tecnologia da parte dell’impresa».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 463 volte, 1 oggi)