MARTINSICURO – Il Servizio Civile come risorsa per Martinsicuro. Il Partito Democratico lo ha ribadito sia nell’ultimo Consiglio comunale sia sul proprio sito internet.

«Attraverso l’accreditamento del Comune al Ministero – ha affermato Mauro Paci – si potrebbero impiegare numerosi ragazzi in progetti finanziati dal Ministero che permetterebbero al Comune di avere dei servizi a costo zero. E’ una proposta che abbiamo avanzato più volte ma che finora sembra ancora non sia stata recepita».

Attraverso il Servizio Civile Nazionale le amministrazioni pubbliche, le associazioni non governative e le associazioni no profit possono operare specifiche azioni di intervento in diversi settori, tra cui assistenza, protezione civile, ambiente, patrimonio artistico e culturale, mediante l’impiego di giovani volontari che prestano servizio per un arco di tempo di 12 mesi.

Per poter usufruire dei volontari del Servizio Civile Nazionale è necessario che il Comune – o qualsiasi altro ente – esegua l’accreditamento presso il Ministero e presenti dei progetti che devono poi essere opportunamente approvati e finanziati.

«Da anni – ha proseguito Paci – il Comune si affida ai progetti che la Provincia di Teramo organizza per iniziative da avviare sul territorio provinciale – ma finora Martinsicuro non ha usufruito di nessun servizio. Se invece il Comune riuscisse ad accreditarsi potrebbe realizzare progetti su misura per il nostro territorio, come già fanno ad esempio il Comune di Sant’Egidio e di Nereto che impiegano ognuno circa una ventina di ragazzi del Servizio Civile in diverse specifiche attività».

Tra gli impieghi dei volontari del servizio civile, il consigliere di minoranza suggerisce ad esempio il controllo per le vie cittadine della giusta esecuzione della raccolta differenziata, che spesso è soggetta a comportamenti scorretti ed incivili, e la segnalazione di eventuali mancanze agli organi preposti ad intervenire.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 400 volte, 1 oggi)