MARTINSICURO – E’ stata una truffa che si è protratta per circa sei mesi e che ha portato il titolare di un bar in pieno centro a Martinsicuro a subire un danno economico che si aggira dagli 80 ai 100mila euro.
Sembra che un giovane barista dell’esercizio commerciale in questione, abbia pensato di regalare ad amici compiacenti i biglietti del “gratta e vinci”, che venivano grattati alla ricerca delle somme in palio, che una volta trovate, venivano subito liquidate.
Il titolare del bar, accortosi nel mese di gennaio che gli incassi dei biglietti della lotteria istantanea erano sempre più scarsi ha cominciato ad avere qualche sospetto e ha avvertito i Carabinieri di Martinsicuro che hanno avviato una serie di indagini.

Per diversi mesi alcuni militari in borghese si sono finti clienti del bar per controllare il barista e i suoi movimenti e nello stesso tempo sono stati rigorosamente controllati i biglietti staccati e gli incassi relativi della vendita negli orari di turno del barista. E’ stato così scoperto che le sottrazioni dei biglietti hanno portato a perdite anche di mille euro in una sola giornata, tra le somme della mancata vendita e quelle degli incassi delle vincite.

Le indagini hanno alla fine portato alla denuncia per concorso in appropriazione indebita e truffa oltre che del ragazzo anche di S.N., 41 anni di Martinsicuro, e di quattro albanesi residenti a Martinsicuro: K.C, 44 anni, F.C di 27 anni, L.C. di 30 anni, E.C di 24.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.255 volte, 1 oggi)