MARTINSICURO – Un giro di usura e spaccio di droga è stato scoperto dai Carabinieri di Alba e di Sant’Egidio in seguito a mesi di indagini che hanno portato ad una serie di arresti sul territorio.

Le indagini, partite da una serie di appostamenti per individuare spacciatori di cocaina che gravitavano tra Ancarano e Sant’Egidio, hanno portato anche a Martinsicuro nella residenza di Antonietta Guarnieri, 49enne nomade rom che oltre a spacciare sostanze stupefacenti era immischiata anche in un giro di usura. Dalle indagini è risultato che tra le vittime c’erano anche un pensionato e una commerciante della zona, che hanno avuto poi il coraggio di denunciare l’aguzzina: il primo, ricevuti tempo fa mille euro in prestito, stava ancora pagando gli interessi e ne aveva già restituiti 4mila, mentre la seconda dei 5mila ricevuti ne aveva già pagati oltre 20 mila.

Oltre alla rom sono stati arrestati per spaccio di droga anche un operatore ecologico di Ancarano, Simone Falciatore di 35 anni. Nell’ambito della stessa indagine è stato arrestato a Sant’Egidio un trentenne per detenzione a fini di spaccio di droga, e denunciate altre due persone per detenzione di stupefacenti. Denunciato anche uno zingaro per usura.

L’intera operazione è stata diretta da Pompeo Quagliozzi, Capitano dei Carabinieri di Alba e da Mario De Nicola, maresciallo della stazione di Sant’Egidio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.772 volte, 1 oggi)