SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Siamo pronti a tornare a realizzare i prodotti per la Nestlé». Questo l’appello che le maestranze della Foodinvest rivolgono alla multinazionale elvetica, lanciando il messaggio che potrà contare sul sito industriale di via Verbania per approvvigionarsi dei prodotti a marchio “La Valle degli Orti”.

L’affitto sottoscritto nei giorni scorsi dà la possibilità allo stabilimento ex Surgela di tornare ad essere operativo con il subentro della cordata imprenditoriale Green Garden, rappresentata dall’imprenditore padovano Alessandro Pignoletti.
«Le vicissitudini degli ultimi mesi avevano visto sfumare la possibilità di rimanere legati a quello che sentivamo come parte integrante della nostra storia – spiegano le maestranze – Noi siamo stati infatti, fino al 2001, dipendenti della Nestlé orgogliosi di far parte della grande famiglia della multinazionale svizzera che ha avuto un ruolo importante per lo sviluppo dello stabilimento di Porto d’Ascoli. Proprio nella nostra fabbrica 25 anni fa è stato creato il marchio “La Valle degli Orti”, conosciuto ed apprezzato in Italia e all’estero. Ora torniamo finalmente ad avere concrete speranze dopo mesi di crisi, che rischiavano di culminare con la chiusura dello stabilimento. Grazie alla nuova realtà imprenditoriale che intende riavviare la produzione ci auguriamo, infatti, che la Nestlé torni a garantire nuove commesse di lavoro anche alla nostra fabbrica».

Il marchio “La Valle degli Orti”, affermano gli operai, è stato per loro motivo di orgoglio e di vanto e a quel marchio si è pensato tantissime volte in questi mesi difficili.
«Le nostre speranze sono sempre state supportate dalla convinzione che se l’amore per la terra dà sempre buoni frutti, come recita un noto slogan pubblicitario, per noi è l’amore per la nostra fabbrica che dà sempre buoni frutti. Siamo pronti a garantire gli alti standard qualitativi che ci contraddistinguono».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 689 volte, 1 oggi)