SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Sindaco, la situazione degli allagamenti nel nostro quartiere è insostenibile, ci faccia capire una buona volta cosa impedisce di porvi rimedio».
Questo è il senso di una lettera di protesta che nei giorni scorsi il comitato di quartiere Marina Centro ha inviato al sindaco Giovanni Gaspari.
Primo cittadino che ha ricevuto il presidente Fabrizio Capriotti nella giornata di mercoledì. L’esito dell’incontro sembra soddisfacente.
AREE VERDI E VIA LEOPARDI I cittadini sono preoccupati dalla notizia che il Comune ha intenzione di vendere un immobile adiacente al parco giochi progettato su proposta del comitato di quartiere. «Il sindaco ci ha assicurato che quella zona, anche dopo la cessione a privati dell’edificio, rimarrà di verde pubblico», afferma Capriotti.
Gaspari ha assicurato che l’inizio dei lavori nell’edificio non partirà prima di due anni.
Anche in via Veneto c’è l’esigenza di un’area verde al posto di una zona lasciata all’abbandono dietro alla vecchia caserma dei Carabinieri. Una zona che secondo il Piano regolatore dovrebbe essere verde pubblico, ma che non troverà la sua strada fino a quando il Comune non raggiunge l’accordo con i proprietari a vario titolo dell’area. Incontri e mediazioni in vista per il sindaco Gaspari.
ALLAGAMENTI «Entro il 31 dicembre verrà alla luce il progetto per lo scarico delle acque piovane fuori dal bacino portuale», riferisce Capriotti dopo l’incontro con il sindaco. Si tratta di un’opera fondamentale per la prevenzione degli allagamenti che affligono la zona di piazza Garibaldi dopo le grosse piogge.
DEGRADO DEGLI IMMOBILI Spicca il caso di un palazzo abbandonato a se stesso, a due metri di distanza dal lato sinistro della cattedrale Madonna della Marina. Un ritrovo di piccioni e sporcizia, un insulto al decoro.
Edifici privati come questo non sono una rarità nel quartiere Marina Centro. «Abbiamo chiesto al sindaco di mandare diffide a quei proprietari che lasciano gli immobili in situazioni di incuria, e Gaspari ci ha assicurato che interesserà l’Asur del problema».
Sempre riguardo al tema dell’igiene urbana, il sindaco è stato sollecitato ad avere mano dura contro i proprietari indisciplinati dei cani. «Nel 2007 la Polizia Municipale ha elevato solo due contravvenzioni contro chi sporca la pubblica via in quel modo», dice il presidente del comitato di quartiere.
PARCHEGGIO VIA MONTEBELLO Perplessità infine sono state espresse riguardo all’ipotesi ventilata recentemente di un parcheggio sotterraneo sotto la piazza che sorgerà dopo la demolizione del mercato della verdura in via Montebello.
Questa l’opinione del comitato di quartiere, riportata al sindaco: «Siamo contrari, temiamo che sia un’opera mastodontica che alla fine avrà un’utilità limitata, perché ospiterebbe pochi parcheggi. E poi necessiterebbe di un periodo molto lungo di lavori per la costruzione, con inevitabili ripercussioni sulle attività commerciali della zona. Comunque dal sindaco abbiamo ricevuto l’assicurazione che si tornerà a parlare con la cittadinanza del progetto».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 800 volte, 1 oggi)