ANCONA – Sicurezza nei luoghi di lavoro. Una necessità sempre più impellente per scongiurare sciagure ingiustificabili. Necessità sentita anche dalla Regione Marche che si è adoperata nella stabilizzazione del personale e nell’assunzione di nuovi operatori al fine di garantire la sicurezza nei luoghi di lavoro e nei cantieri delle grandi opere aperti nelle Marche. La Regione e le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, hanno siglato un’intesa per incrementare i livelli di sicurezza dei lavoratori.
«Il Piano sanitario regionale – ha dichiarato Almerino Mezzolani, assessore alla Salute – riserva un’attenzione particolare ai temi della sicurezza e della prevenzione. L’intesa con i sindacati rappresenta un ulteriore passo verso l’adozione di provvedimenti che rendono effettive le indicazioni del Piano, garantendo un monitoraggio continuo ed efficace nei luoghi di lavoro e in particolare nei cantieri delle grandi opere infrastrutturali marchigiani».
Dunque una nuova fase per le organizzazioni sindacali: l’aumento delle risorse a tutela della salute per i lavoratori può diventare significativo e soprattutto sarà possibile misurare con esattezza sia la quantità e che la qualità della spesa dedicata, del personale e delle specifiche attività svolte in ogni Zona Asur; si tratta di applicare al meglio, anche nelle Marche, il Patto per la Salute sottoscritto a fine 2007 dal Governo Prodi e dalle Regioni. Per avviare questo processo virtuoso il sindacato ha subito chiesto di stabilire date e impegni già nelle prossime settimane.
Sindacati e Regione considerano prioritaria la stabilizzazione del personale precario del servizio sanitario adibito ai settori della vigilanza. Verrà sostituito il personale a tempo indeterminato che abbia cessato l’attività presso l’Asur dal 31 dicembre 2006. Entro il 31 dicembre 2008 inoltre verrà assunto il personale aggiuntivo più urgente ed entro il 31 dicembre 2009 quello necessario per svolgere i programmi di prevenzione e vigilanza durante la realizzazione delle grandi opere infrastrutturali già in corso e di quelle che si attiveranno nel 2009. L’intesa prevede anche che, entro luglio 2008, la giunta regionale, sentito il sindacato, disciplini l’utilizzo delle risorse derivanti dalle sanzioni erogate dal personale di controllo. Annualmente verrà, poi, monitorata la spesa destinata alla sicurezza nei luoghi di lavoro in rapporto a quella sanitaria totale.
In merito al protocollo con l’Inail e al sostegno dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza, si consoliderà il percorso di conoscenza e di informazione, che ha come punto di riferimento la Settimana europea per la salute e la sicurezza del lavoro. L’assessore Mezzolani ha assicurato che in tempi rapidissimi verrà esaminata dalla Giunta Regionale la delibera che adegua il Comitato regionale di coordinamento delle attività di prevenzione e vigilanza in materia di salute e sicurezza del lavoro, come indicato nel nuovo Testo Unico, permettendone così la rapida attivazione. L’accordo con i sindacati prevede, infine, un monitoraggio semestrale degli impegni sottoscritti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 672 volte, 1 oggi)