NERETO – Probabilmente è stato un cedimento strutturale a causare il crollo di una vecchia casa colonica a Nereto, abitata da Medardo Di Berardino, 82enne camionista in pensione, e dall’anziana moglie. Al momento della tragedia, avvenuta la scorsa notte intorno alle 22, l’uomo si sarebbe recato in soffitta, accedendo nella parte più vecchia dell’abitazione, che qualche giorno fa i familiari dell’anziano avevano provveduto a chiudere per la formazione di alcune crepe che avevano notato sui muri.

Ad un certo punto il lato della casa dove si trovava l’anziano è improvvisamente crollato e un tremendo boato ha messo in allarme l’intero vicinato. La moglie dell’uomo, rimasta nell’altra parte dell’abitazione, è stata la prima a chiamare i soccorsi. I Vigili del Fuoco, prontamente intervenuti, si sono messi subito all’opera per cercare di salvare l’uomo, scavando con le mani tra le macerie. Purtroppo l’anziano, una volta individuato, è spirato proprio nel momento in cui lo stavano tirando fuori, a causa delle numerose lesioni che aveva riportato. Inutili le operazioni di soccorso e di rianimazione che hanno immediatamente eseguito i medici del 118.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 782 volte, 1 oggi)