SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Come diventa sempre più imprevedibile la conclusione dell’intrigo vendita che sta tenendo in apprensione l’intera San Benedetto sportiva da più di un mese (è datato 7 maggio “il fulmine a ciel sereno” lanciato da Gianni Tormenti, ndr), allo stesso modo non accenna a sciogliersi “il rumoroso silenzio” fra gli attuali proprietari e l’Amministrazione Comunale. Tormenti non chiama Gaspari e Gaspari non chiama Tormenti.

Il primo cittadino, interpellato in merito al momento decisivo per il futuro della società, risponde così: «I presidenti non li scegliamo noi: sono loro che vengono a San Benedetto. Nel loro biennio al timone della società, i Tormenti hanno portato avanti una gestione sana ed oculata e la squadra si è sempre salvata. Chiunque sarà il prossimo proprietario, noi saremo aperti al dialogo e garantiremo il nostro appoggio, stipulando la convenzione».

Il veleno, par di capire, è nella coda: «Il Comune ha provveduto anche alla semina e alla concimazione del prato del Riviera delle Palme perché noi teniamo alla Samb».

L’avvocato Enzo Nucifora, che (polemiche con alcuni giocatori a parte) dovrebbe rimanere il direttore sportivo della Sambenedettese, qualora alla fine i Tormenti non riuscissero a passare la mano preferisce non sbilanciarsi: «Le trattative si sono prolungate più del previsto: arrivati a questo punto, è davvero difficile intuire se la Samb cambierà di proprietà o meno. La mia idea? Non mi sento di fare “pronostici”».

Tuttavia Nucifora si mostra fiducioso sulla prossimità di una chiusura della “telenovela” vendita: «Sono convinto che, in qualunque modo andrà a finire, siamo davvero vicini alla soluzione. Bisognerà aspettare ancora per poco. Logicamente, tutto fermo, per quanto riguarda il mercato».

CALCIOMERCATO Il Palermo potrebbe girare Davis Curiale alla Triestina nell’ambito dell’affare che porterebbe il bomber uruguaiano Pablo Granoche a vestire il rosanero. Ma, se le speranze dei tifosi rossoblu di rivedere l’attaccante a San Benedetto si erano spente quasi subito, non tutti si aspetterebbero le partenze Fabio Tinazzi e Davide Moi. Infatti, mentre alla Samb non si sa nemmeno chi sarà il prossimo presidente, i due, peraltro fra i pochi giocatori titolari di proprietà, sono cercati con insistenza rispettivamente da Salernitana e Modena.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.356 volte, 1 oggi)