ANCONA – Martedì mattina la corte d’appello di Ancona ha confermato la condanna a tre anni di carcere per tentata rapina a mano armata a Marco Ahmetovic, 23 anni, ritenuto il responsabile della strage di Appignano del Tronto, dove nell’aprile del 2007 investì e uccise quattro ragazzi falciati a bordo dei loro motorini dal suo furgone impazzito.
Questa condanna conferma quella inflittagli in primo grado dal tribunale di Ascoli e riguarda una tentata rapina all’ufficio postale di Maltignano del Tronto avvenuta il 10 novembre del 2006. La rapina fu tentata da una banda composta da Ahmetovic e anche da due italiani, Remo Pizi e Gianluca Minacci, entrambi indagati.
Il giovane rom, detenuto nel carcere di Marino del Tronto dove sta scontando la pena di sei anni e mezzo per l’omicidio dei quattro giovani di Appignano, era presente al palazzo di giustizia di Ancona per la lettura di questa ultima sentenza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.366 volte, 1 oggi)