MONTERUBBIANO – Nel panorama del teatro classico l’Edipo Re è il testo più articolato ed intenso soprattutto per quel che concerne una elevata ricerca drammaturgica e di reimpostazione scenica. Verrà rappresentato martedì 10 giugno alle 21,30 presso la Fondazione Diversoinverso di Monterubbiano, a cura del Teatrlaboratorium27Aikot, con Vincenzo Di Bonaventura.

«Quello che Teatrlaboratorium27aikot ha intrapreso – spiegano – è un tentativo di vera e propria demolizione del teatro strutturale dove, non più scenografie, costumi, parrucche e nasi finti e ritinteggiatura del personaggio rappresentano i cardini dello spettacolo, ma il semplice e crudo racconto scenico teatrale visionale che l’interprete adotta di tratto in tratto esaltando il più possibile i principi di relazione, di critica, di giudizio, di intervento su ciascun momento tracciato dall’autore e ridefinito con il pubblico stesso. Così anche l’Edipo si avvarrà di questo metodo che io chiamo “teatro immediato”».

Dopo lo spettacolo è aperta la conversazione e lo scambio con il pubblico. Per informazioni: 0735.595776

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.075 volte, 1 oggi)