CUPRA MARITTIMA – I fumetti dissacratori, disgrafici e crudeli che trovano spazio sulle pagine di XL di Repubblica sono finalmente una mostra. Alla Galleria Marconi di Cupra Marittima si inaugura domani, domenica 8 giugno, a partire dalle 18, “I.U.K. GANGBANG! International Urban Kulture” da un’idea di David Vecchiato e Alepop, con Alepop, Alessandro Baronciani, Alberto Corradi, Diavù, Dr. Pira, Francesca Ghermandi, Massimo Giacon, Maicol&Mirco, Ratigher, Squaz, Davide Toffolo e Tuono Pettinato, ed il testo critico di Luca Valtorta, direttore di La Repubblica XL.

E proprio il direttore del famoso inserto mensile della Repubblica commenta la scelta di dare spazio all’anti-cultura di questa arte, il fumetto, sempre più distante dal primato del bel disegno accademico e della satira intelligente e più incline al disimpegno, allo schizzo fatto di malavoglia, alla narrazione crudele. «Che quella di Iuk – dice Valtorta – sia una delle peggiori buffonate mai apparse nel mondo del fumetto è ormai un fatto acclarato. Un manipolo di artisti (artisti?), di fumettari, di disegnatori senza arte né parte che viene raccattata da un giornale importante come XL è un fatto che ancora oggi non smette di accendere le giuste recriminazioni di chi ancora crede che il fumetto possa essere arte».

La mostra sarà visibile fino al 29 giugno, tutti giorni dalle 16 alle 20, esclusa la domenica.

Schizzi banali eseguiti da mani tremolanti, come potrebbero disegnarli i bambini dell’asilo, pupazzetti e animaletti improbabili, storie afflitte da logorrea insanabile, raccontini crudeli e macabri, continui giochi al massacro, perché tutto ciò dovrebbe finire in una mostra, e prima ancora sulle pagine di un giornale a grande diffusione? Ancora una volta risponde Valtorta «La verità è che non lo sappiamo. E questo non va certo a beneficio della nostra immagine. Non solo: gli dedicheremo sempre più spazio».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 608 volte, 1 oggi)