ANCONA – Sono una trentina i passeggeri rimasti feriti, tutti in modo lieve, nella collisione avvenuta martedì mattina intorno alle 7:20, all’ingresso della stazione ferroviaria di Ancona, fra il treno regionale 12003 Pesaro-Termoli e un locomotore sul binario tre.

Sembra che il treno stava arrivando a velocità ridotta e sul suo stesso binario si trovava, per cause ancora da accertare, il locomotore. Il macchinista del regionale ha subito azionato i freni e l’impatto con il locomotore è stato quindi attutito. Non c’è stato quindi il deragliamento del treno, ma solo un tamponamento.

Rfi e Trenitalia hanno aperto un’inchiesta interna, mentre la polizia ferroviaria di Ancona ha sentito i macchinisti coinvolti e il capo stazione. Sono stati sequestrati i tabulati dei piani semaforici. Secondo una prima ricostruzione, all’origine dell’incidente vi sarebbe un problema di segnaletica.

Arriva dopo poche ore il commento dell’assessore regionale ai Trasporti Pietro Marcolini, anche lui in attesa di spiegazioni.
«L’incidente si inserisce nella ampia problematica che da mesi coinvolge il servizio ferroviario in generale e in particolare quello regionale. E’ stato immediatamente chiesta ragione dell’accaduto a Trenitalia, soprattutto in considerazione che ancora una volta sono i pendolari coloro che maggiormente vivono i disagi del trasporto pubblico».
Marcolini continua con tono polemico affermando: «Oltre i continui e persistenti disagi dovuti ai ritardi e alla scarsa pulizia delle carrozze, il verificarsi dell’incidente odierno sottolinea ancora una volta la necessità che il vettore garantisca in primo luogo la sicurezza, che deve essere la principale prerogativa del servizio ferroviario. Le cause dell’incidente non risultano ancora chiare e siamo in attesa di una dettagliata relazione di Trenitalia. Nella difficile situazione odierna c’è stata piena collaborazione sia del personale di bordo, sia delle Forze dell’Ordine presenti, un marinaio e due poliziotti, che hanno immediatamente prestato soccorso».

«Nella formulazione del contratto per il 2008 – conclude Marcolini – la Regione si attiverà affinché siano particolarmente curati gli aspetti riguardanti la sicurezza oltre la puntualità e la pulizia. Su tali argomenti la Regione si impegna a monitorare costantemente la situazione coinvolgendo utenti e associazioni degli stessi».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.172 volte, 1 oggi)