SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il piano di spiaggia rappresenta uno strumento di regolamentazione di attività dove maggioranza ed opposizione hanno da sempre avuto idee diverse per svariati motivi così come è successo nella penultima amministrazione dove l’opposizione votò contro l’ultimo piano di spiaggia, compreso l’allora capogruppo Gaspari, ma sicuramente avrebbe fatto lo stesso il centro destra se il sindaco fosse stato Perazzoli.

Alleanza Nazionale a suo tempo politicamente propose una passeggiata in legno da collocare nella zona ovest del litorale, a bassissimo impatto, così come già esistono in altre spiagge italiane o estere; altri non erano d’accordo ma tutto questo é normale perché rientra nella dialettica politica.

I Circoli di Alleanza Nazionale ritengono sia importante curare e regolamentare le attività degli chalet in un contesto di crescita collettiva della città intera attraverso una progettualità che individui i livelli turistici da accogliere.

Non riteniamo pertanto abbandonare i principi che abbiamo sempre perseguito, di metodo e di confronto democratico, soprattutto quando di mezzo ci sono gli interessi generali della città.

* coordinatore comunale Alleanza Nazionale

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 840 volte, 1 oggi)