SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una proposta di legge di iniziativa popolare per aumentare le pensioni di invalidità. La promuove l’Associazione nazionale mutilati e invalidi civili per eliminare quella che viene definita come una “discriminazione” che colpisce un gran numero di invalidi civili totali e parziali, la cui pensione ammonta a 246 euro mensili di fronte ai 580 euro previsti per le altre pensioni minime.
Entro il 30 giugno saranno necessarie 50 mila firme. Il consigliere comunale del Pdl Pasqualino Piunti si sta attivando per creare punti di raccolta firme anche nei centri comunali per diversamente abili, come il Cediser o il Biancazzurro.
«Il punto di raccolta firme nel Comune di San Benedetto è stato istituito solo venerdì, mentre a Cupra e Grottammare è stato creato giorni prima», afferma Piunti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 954 volte, 1 oggi)