SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si conclude domani, martedì 27 maggio, con la giornalista Rula Jebreal che presenterà il suo ultimo libro “Divieto di soggiorno” alle ore 18 all’auditorium comunale, la rassegna Incontro con l’autore, organizzata dall’amministrazione comunale di San Benedetto in collaborazione con la libreria La Bibliofila.

Giornalista di origine palestinese, la Jebreal è un’immigrata italiana, e dall’esperienza personale e professionale nasce questo saggio sul tema dell’immigrazione. Il libro contiene interviste a personaggi d’eccezione come Zeudi Araya, l’attrice eritrea divenuta una star del cinema italiano, il finanziere di origini tunisine Tarek Ben Ammar, il regista turco Ferzan Ozpetek; ma in esso trovano spazio anche le storie di immigrati qualunque, vicende personali dove convergono le problematiche relative a religione, lavoro, diritti delle donne, sesso, eredità culturali.
L’indagine insiste sulle storie estreme di sofferenza e sfruttamento, ma anche di coraggio, resistenza e rivincita, nei luoghi caldi dell’integrazione: le periferie, le moschee, le nostre stesse case. Un libro di denuncia al persistente razzismo, involontario e a volte palese.

Rula Jebreal è figlia di un commerciante palestinese di Gerusalemme est e imam della moschea di al-Aqsa, cresce nella stessa città, alternando agli studi l’attività di volontariato nei campi profughi palestinesi. Nel 1993 ottiene una borsa di studio del governo italiano per studenti stranieri di Medicina e si trasferisce a Bologna. Lavora inizialmente in un ospedale psichiatrico ma un incidente sul lavoro la costringe ad abbandonare la professione. Nel 1997 inizia a collaborare con Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione, dove si occupa di cronaca cittadina e temi sociali e nel 1999 passa alla politica estera, con particolare attenzione ai conflitti mediorientali. Nel 2003 è a La7 e al Messaggero, poi passa alla Rai. Per la casa editrice Rizzoli ha pubblicato due romanzi sui problemi della sua terra: “La strada dei fiori di Miral” (2004) e “La sposa di Assuan” (2005).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 766 volte, 1 oggi)