GIULIANOVA – Il prossimo 8 giugno ricorre il primo anniversario della morte del giovane Ivan Rossi, trentenne di Civita Castellana in provincia di Viterbo, che ha sacrificato la propria vita per salvare da morte sicura alcuni ragazzi che stavano per annegare nel mare tempestoso di Noto (Siracusa). In occasione di tale ricorrenza l’Associazione “Amici della Traversata” dedicherà al giovane la quarta edizione dell’omonima gara sportiva che si svolgerà tra le due sponde del mare Adriatico da Sebenico a Giulianova nei giorni 17 – 18 luglio 2008.

L’evento non soltanto collega ed avvicina due nazioni, oggi diverse, seppur con una comune valenza marinara, ma quest’anno si arricchisce di un significato più profondo.

Non è, infatti, solo l’aspetto sportivo che viene sottolineato, ma anche la generosità e l’altruismo del giovane Ivan Rossi.

La manifestazione vuole invitare anche a riflettere sui valori che da sempre appartengono alla natura umana e che si possono esprimere attraverso il sacrificio di una gara sportiva o di un atto estremo di eroismo.

A conclusione della manifestazione, il giorno 19 luglio 2008, alle ore 21, presso il Kursaal Lido di Giulianova, durante la premiazione dei partecipanti, saranno presenti, oltre al sindaco di Civita Castellana Massimo Giampieri, anche i genitori di Ivan, ai quali l’Associazione consegnerà una targa in bronzo della “IV Traversata dell’Adriatico in pattino” in ricordo del giovane eroe del mare.

Presso la Biblioteca Comunale di Civita Castellana, è esposto un quadro dedicato al giovane scomparso ad opera della pittrice Adele Giuliana De Matteis di Alba Adriatica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 480 volte, 1 oggi)