SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Claudio Baglioni vince a San Benedetto, ma la musica questa volta è diversa. La barca “C-Map” guidata da Fabio Bertolacci e Claudio Baglioni (omonimo e solamente lontano parente del cantante, romano come lui) si è aggiudicata la prova riservata alla categoria Offshore del campionato italiano di motonautica 2008. Il duo capitolino che gareggia per il Cast Sub Roma si è aggiudicato la tappa correndo i nove giri del circuito sambenedettese in 50 minuti e 40 secondi, ottenendo così i 400 punti riservati ai vincitori.

Bertolacci e Baglioni hanno preceduto di quasi un minuto i piloti della Corsica François Pinelli e Thierry Rosellini su Red Oil e poi i forti napoletani dell’imbarcazione “Carpisa-Yamamay” Diego ed Ettore Testa. Nove delle tredici imbarcazioni al via hanno completato il circuito, che è stato molto selettivo poiché sono stati ben tre i ritiri più un’altra barca che non ha preso il via all’ultimo istante per problemi al motore.

Più articolato il discorso per le categorie della Endurance. Nella S2 l’affermazione è andata a Lucio Stefani che ha nettamente battuto Roberto Lo Piano, mentre la favorita vice campionessa del mondo Jennifer Milani (una promessa a soli ventitré anni) è stata squalificata per salto di boa.
«Sono stata molto sfortunata – ci ha detto a fine gara la giovane driver piemontese – perché mentre ero in buona posizione il motore ha iniziato a perdere pressione e sono stata distratta da questo problema. Poi per il nervosismo ho perso la bussola e ho saltato una boa. Mi dispiace, ma conto di rifarmi nelle prossime gare». Molto combattuta è stata la gara della Pro che ha visto la vittoria di Gianni Riviera ed Aldo Buscaroli che per pochissimi secondi hanno superato Enrico Bucciero e Fulvio De Simone e Carlo Pecci con Laura Manfredini.
Nella Boat Production la vittoria è andata alla coppia siciliana composta da Mimmo Giardina e dalla figlia Giuliana (premiata anche come pilota più giovane in gara) che hanno battuto Stefano Gialdini con uno scarto di ventidue secondi. Alla gara ha assistito un folto pubblico che ha preferito gustarsi lo spettacolo dalla spiaggia piuttosto che accalcarsi nei pressi del Molo Sud. Sulla sicurezza dei piloti, oltre alla Capitaneria di Porto e alle imbarcazioni del Circolo Nautico Sambenedettese (che insieme all’Energy Marine Club hanno organizzato la tappa), ha vegliato il personale della Chimaera Association, nucleo operativo di protezione civile. In questa tappa hanno operato Ingrid Illuminati, Martina Capriotti, Simone Bianco, Antonio Caputo, Sabrina Bruni, Giorgio Giudice ed il cane Rudy, addestrato al salvataggio acquatico.

Per i bolidi del mare l’appuntamento è fissato per il weekend del 12 e 13 luglio quando a San Benedetto farà tappa per il terzo anno consecutivo il campionato italiano delle moto d’acqua. Un appuntamento che, come ha ricordato nel corso delle premiazioni anche l’assessore allo sport di San Benedetto Eldo Fanini, sta diventando una costante per la Riviera grazie anche al suo tasso altissimo di spettacolarità e di attrazione per il pubblico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.817 volte, 1 oggi)