SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Che sia la volta buona per il Porto d’Ascoli? «Non facciamo calcoli» ha sottolineato, con tutti gli scongiuri del caso, il tecnico biancoceleste Fabrizio Deogratias. La finale play off conquistata dalla sua squadra nella doppia sfida con il Pagliare, è frutto di 9 mesi di lavoro e sacrifici. E ora che la Promozione è lì a portata di mano, il Porto d’Ascoli non intende perdere l’occasione.

Mister, se l’aspettava questo risultato?

«La fiducia c’è stata sempre. Siamo cresciuti nel corso del campionato. Credo che alla fine ce lo siamo meritata questa finale».

Una squadra determinata, che ci ha creduto sempre.

«Da quando ci siamo assestati, abbiamo giocato solo per i tre punti. Abbiamo perso giocatori importanti durante la stagione per infortunio ma chi li ha rimpiazzati ha fatto con grande carattere. Siamo tranquilli, perché conosciamo la nostra forza».

Orefice, a secco per 5 mesi, è risultato determinante nella doppia sfida con il Pagliare.

«Ha qualità importanti. L’infortunio di dicembre lo ha un po’ condizionato anche se ha dato sempre il suo contributo».

In finale affronterete la Stella. E’ ottimista?

«Ho spronato i ragazzi, stimolandoli ma senza eccessi. Siamo una squadra propositiva, in ballo c’è la Promozione e vogliamo tagliare il traguardo per primi. Siamo fiduciosi, abbiamo le qualità giuste per poterci riuscire, con tutto il rispetto per la Stella».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 681 volte, 1 oggi)