SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Bocce ferme: il direttore sportivo della Samb Enzo Nucifora aspetta fiducioso una chiamata dei Tormenti che forse potrebbe arrivare da un momento all’altro, ma che, mancando, lascia l’avvocato sambenedettese ancora in sospeso, impossibilitando ad essere pienamente operativo per le prime battute di calcio mercato. Anche perché Nucifora deve ancora ottenere la conferma per la prossima stagione (anche l’allenatore Ugolotti è ancora in stand by: il tecnico ha un altro anno di contratto, ma, vista la situazione che si sta creando a San Benedetto, con la società ufficialmente in vendita e il rischio di affrontare un campionato al di sotto delle ambizioni della tifoseria, potrebbe crearsi una frattura tra il tecnico spezzino e la Samb).
Direttore Nucifora, ha parlato con i Tormenti?

«Ancora no, spero mi chiamino presto. Prima formalizziamo l’accordo, prima possiamo iniziare a programmare la prossima stagione».

Quali sono le sue impressioni: i Tormenti vendono o restano?

«Sinceramente non lo so: questa è una decisione che spetterà soltanto a loro. Io spero che restino».

Sta trattando qualche giocatore sia in entrata che in uscita?

«Sì, è normale… Ma finchè non ho la riconferma, ho le mani legate. Non posso concludere nulla».

L’augurio di tutti è che la situazione, qualunque sia il proprietario della Samb, si sblocchi da questa fase di stallo così da non perdere tempo prezioso in sede di programmazione, come accade, purtroppo, da diverse estati in Riviera.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 848 volte, 1 oggi)