SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Valuteremo se dare il riconoscimento ufficiale alla Pro Loco; allo stesso tempo però gradiremmo che Confindustria rientri fra i soci del Consorzio Turistico, oppure fornisca una giustificazione completa della sua uscita».
Nell’ultimo Consiglio comunale il sindaco Giovanni Gaspari è tornato su una posizione nota in merito alla Pro Loco recentemente costituita e presieduta dall’albergatore Marco Calvaresi, ex presidente del Consorzio Turistico. Una posizione di chiusura, con un’apertura in più, ci si passi il gioco di parole: «Le Pro Loco di solito esistono nei piccoli centri, ma non siamo completamente chiusi. Chi vuole operare per il turismo è benvenuto, ora anche Ascoli sta creando una Pro Loco».
L’apertura, come noto, è vincolata al rientro di Confindustria Ascoli fra i soci del Consorzio Turistico Riviera delle Palme. Un rientro che avrebbe un significato simbolico, per il sindaco, così come ha avuto un significato simbolico la sua uscita.

Gaspari ha ribadito questo in Consiglio, sollecitato dall’interrogazione di Antonio Felicetti (Pri): «L’uscita dell’associazione degli industriali dal Consorzio è sembrata strumentale. Auspico che rientri, o che quantomeno giustifichi in modo completo i motivi del suo tirarsi fuori».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.007 volte, 1 oggi)