SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La B1 è ancora lì, a portata di mano. Ma anche stavolta la Mail Express sarà costretta a non sbagliare più nulla. Sabato pomeriggio (ore 18) si torna in campo: il PalaSpeca “apparecchiato” per gara2 playoff. Rossoblu al cospetto di Terni. Dimenticando, se possibile, l’occasione sprecata sabato scorso, nella sfida inaugurale della serie al meglio dei tre incontri. Avanti 2-0 Faraone e compagni si sono fatti acchiappare e poi superare dalla Thissenkrupp.

Non è stato un bel modo per iniziare gli spareggi promozione. Ma soprattutto, non è la prima volta che succede quest’anno. Calo fisico e flessione mentale: tutto in una volta, tutto in maniera così inaspettata. San Benedetto, proprio quando sembrava in grado di sovvertire il fattore campo, è caduta. E ci è rimasta male.

La seconda sfida, davanti al proprio pubblico – a proposito: la società in settimana ha chiamato a raccolta i tifosi, confidando in una bella risposta della città – dovrà segnare il riscatto. Obbligatorio. Per allungare la serie e poi andarsi a giocare il tutto per tutto, sabato 24, sul parquet umbro. Quella di sabato pomeriggio in ogni caso sarà l’ultima esibizione dei rossoblu nel palazzetto amico. Finirà in soffitta una stagione tribolata. Mai banale. E nel corso della quale i rossoblu sono sembrati fare di tutto per complicarsi la vita. Proprio come è successo a Terni.

Coach Brutti per restare attaccato al treno promozione recupera pienamente Della Nina e darà spazio al consueto sestetto, con il brasiliano in cabina di regia, Faraone e Gaspari centrali, Jurewicz opposto, i “martelli” Raffaelli e Grigolon e Ciancio libero.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 768 volte, 1 oggi)